Area Riservata D.G.S. System

Non Sei Registrato ?

Per accedere all'Area Riservata è necessario essere REGISTRATI. Al termine della registrazione, riceverai una E-Mail con le istruzioni per attivare il tuo Account.

Sei giá registrato ?

Inserire UserName e Password per accedere all'Area Riservata.

Login Area Riservata

Password Dimenticata ?


News

ggggggggggggggggggggggg


Registrati alla Newsletter
Nome :


Cognome :


E-Mail : *


Dichiaro di aver letto l'Informativa sulla Privacy e sul trattamento dei dati ai sensi della legge 196/2003

D.G.S. System

 

Secca Gonzatti

Una delle secche piu’ famose del mediterraneo.

Il cappello è posizionato a 6 metri e da qui avrà inizio l’immersione , si scenderà tra la secca e il promontorio nuotando in senso orario e tenendo la parete sulla destra. Raggiunti i 18 metri, si scorgeranno senza nessun problema le tane dei gronghi e delle murene e si inizieranno vedere sul fondo di 30 metri le gorgonie rosse ,in un ambiente ricco di varie forme di vita : aragoste, saraghi, nonché nudibranchi e granchi.

Tutta la parete è ricca di spaccature e mini insenature riccamente colonizzate da forme variopinte. Il canale che divide la secca dalla costa , sui 20 metri, essendo ricco di grandi massi , è il regno delle cernie e la particolare disposizione dei massi, crea il naturale rifugio per molte specie animali e vegetali.

La torcia permetterà di recuperare i colori fortissimi di questi ambienti e di vedere i piccoli microorganismi creare tappeti colorati. Risalendo verso i 10 metri oltre ad avvicinarsi al basamento della boa , chi ama le foto potrà immortalare una splendida ed isolata Anemonia Sulcata . Durante la tappa di sicurezza , le donzelle pavonine si avvicineranno ai sub mentre lo sguardo andrà verso il blu alla ricerca dei dentici in caccia. 

GONZATTI SHOAL

We can begin our dive from the small platform six meters under the surface.
We descend between the shoal and the promontory wall. Keeping the wall of the shoal to our right, we proceed clockwise. At approximately 18 meters, we find the lairs of conger and moray eels. At the point where the shoal begins to move away from the promontory wall, we continue until we come upon an area rich in red gorgonians (Paramuricea Clavata) at about 30 meters.
Here we have reached the area that hosts the dead man of the buoy at 10 meters. The wall creates small coves and cracks that are rich in flora. Looking out to sea, we can spot sea breams of remarkable size.
Then, heading toward the promontory, the shoal slopes gently. We reach the channel between the shoal and the promontory at approximately 20 meters. Rich in rocks of the oddest shapes, it harbors the dens of many groupers.
One more glance at the shoal wall (a splendid Anemonia Sulcata lies a few meters away) and we can take our safety stop on a small platform at four meters and play with the peahen wrasses.